Subscribe via RSS Feed
Banner AdEthic

Edith Stein: un nuovo film ne racconterà la vita

Dopo “La settima stanza”, il film che le fu dedicato nel 1995 e che vinse diversi premi cinematografici, l’affascinante figura di Edith Stein sarà al centro di un’altra pellicola che uscirà nel prossimo anno. La notizia (che farà felici i molto estimatori di colei che è anche conosciuta come Santa Teresa Benedetta della Croce) è data dal quotidiano Avvenire, che intervista il regista, l’americano di origini italiane Joshua Sinclair, un personaggio particolare che è agli antipodi dello star system hollywoodiano. Sinclair non si dedica infatti solo alla settima arte, ma è anche un medico specializzato in medicina tropicale (attività alla quale si dedica gratuitamente) ed ha compiuto studi teologici.

Il regista americano sa ovviamente che la figura di Edit Stein (a motivo della sua vicenda umana e spirituale)  è una di quelle che possono prestarsi ad equivoci o strumentalizzazioni, ma sembra avere le idee chiare al riguardo: “L’ho scoperta due anni fa –afferma-  per curiosità. Dopo averne sentito tanto parlare ho cominciato a leggere i suoi scritti, a partire da quelli di fenomenologia. E mi sono interrogato sull’esperienza di una donna che ha riconosciuto la grandezza di Gesù senza ripudiare le proprie origini. Un donna che è passata dall’ebraismo all’ateismo alla riscoperta di Dio attraverso l’ebreo Gesù. La sua, più che una conversione, si può definire una progressione fino a un compimento finale. Ed è stata tutto tranne che una fuga dai mali del suo tempo. Quando un ebreo diventava cattolico era ancora più odiato dai nazisti, che erano profondamente pagani. Fu Hitler a proibire l’insegnamento della religione nelle scuole e l’esibizione del crocifisso. E nella vita di Edith Stein c’è stato spazio anche per l’amore umano, quello con Hans Lipps. La vita di una donna a tutto tondo, insomma, e di una mistica, morta ad Auschwitz come martire sia del mondo ebraico che della Chiesa cattolica”.

Sinclair ha le idee chiare anche riguardo alla funzione del cinema: “Dobbiamo usare il cinema per portare più speranza e spiritualità al mondo”, afferma infatti. E nessuno più di chi vive nella terra che ha inventato i cinepanettoni può essere più d’accordo con questa affermazione.

Tags: , , , , , , ,

Category: Arte, Cattolicesimo, Cinema, Cristianesimo, Ebraismo, Ecumenismo, Società e religioni

Commenti (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. As the admin of this site is working, no question very soon it will be renowned, due
    to itss quality contents.

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.