Subscribe via RSS Feed
Banner AdEthic

Eleonora Sgaravatti e Punctum: testimoniare la fede attraverso l'arte

“A 23 anni mi sembrava di aver fatto anche troppo per la mia età… troppe esperienze in tutto… ho lavorato come cameriera, modella, come cuoca in un asilo nido, pr per un’azienda di vini (…)”. A parlare –in un articolo a firma Francesco Apolloni sull’ultimo numero di Nova 24 purtroppo non online- è Eleonora Sgaravatti, una laurea al Dams ed il fuoco dell’arte che da sempre le scorre nelle vene. Nonostante le molteplici esperienze, però, Eleonora si accorge che le manca qualcosa: “Il contatto con Dio e con la mia anima”. “E quindi io –è sempre lei a parlare- che sono uno spirito impulsivo ho cercato una strada, sono prima andata ad un ritiro buddista, poi a dei seminari joga, però non c’è niente nella mia vita che mi ha preso quanto Cristo e da lì ho scoperto come vive la gente semplice, la gente normale, perché io ero vissuta sempre in un ambiente che mi ha viziato (…)”. Detto fatto, Eleonora, cui oltre l’impulsività non deve far difetto neppure la determinazione, ha messo a frutto la sua passione per l’arte aprendo a Roma la galleria Punctum, che da a giovani artisti la possibilità di farsi conoscere ed è anche un modo per testimoniare la sua fede. Eleonora non è infatti solo una gallerista che si limita ad esporre opere altrui, ma anche un’artista in proprio con il nome d’arte di Eleonora Esse.

Attualmente, sopra il campanile della chiesa di Sant’Anastasia al Circo Massimo, è possibile ammirare una sua opera dal titolo “Nuova era”: un grande neon giallo di 2 metri per 1,60 con un font di tipo manuale con su scritto: “Cristo vive”.

Tags: , ,

Category: Arte, Cristianesimo

Leave a Reply




If you want a picture to show with your comment, go get a Gravatar.